Bernadette Grampa

Il mio percorso di vita ha creato la persona che sono, il mio modo di esercitare è il mio modo di essere.
Ho iniziato il mio percorso nel mondo della psicologia con la mia propria psicoanalisi. Da allora e sempre stata chiara per me, l’intenzione di esercitare in questo ambito.
Nel mio lavoro la competenza e la serietà sono aspetti fondamentali, per cui ho intrapreso un percorso di studi durato otto anni (per info vedi :”percorso” e “riconoscimenti”). Dopo aver fatto il mio tirocinio presso una psicanalista junghiana ,ho iniziato ad esercitato in varie istituzioni, continuando a studiare per conseguire altre specializzazioni. Ritengo pero’ che quello che ho di più prezioso da offrire è frutto della mia esperienza di vita come professionista ed ancora di più come essere umano
Il rispetto della libertà di ogni individuo è per me fondamentale. Quando una persona si rivolge a me, la ricevo senza giudizio e preconcetti, nel rispetto del suo vissuto soggettivo. Questo richiede impegno e una grande chiarezza interiore, condizioni che continuo a mantenere grazie alla mia propria psicoterapia e alla supervisione reciproca con i miei colleghi, condizioni imprescindibili per essere riconosciuti dalla “Federazione Francese di Psicoterapia e Psicoanalisi” di cui sono un membro accreditato.
Grazie alla mia esperienza di vita come terapeuta e come essere umano ho capito che per sostenere il percorso di crescita delle persone, il requisito più importante è la "qualità di presenza del terapeuta". Questa attitudine non si impara studiando, si acquisisce con l'esperienza di tanti anni di lavoro su se stessi (mente e corpo) per vivere in coscienza e nel presente al fine di accogliere l'altro con cuore e mente aperti e liberi da " inquinamenti personali".
Per integrare ogni giorno una migliore "qualità di presenza", mi avvicino al silenzio e all'armonia interiore praticando la meditazione Zen da più di vent'anni.

 

Psychopraticienne

«Psychopraticienne»: “Professionista della psicoterapia, che utilizza necessariamente un metodo specifico (“Approccio Centrato sulla Persona”, Carl Rogers)
Il suo sostegno serve ad alleviare le sofferenze, le ansie e le difficoltà degli individui.
Si affida a un metodo di psicoterapia che lo stesso ha sperimentato durante la propria psicoterapia.
Il riferimento a un metodo psicoterapico riconosciuto (5 anni di studi) e codificato dalla FF2P (Federazione Francese di Psicoterapia e Psicoanalisi) e dal EAP (Europeen Association of Psychotherapy) unito al lavoro di supervisione obbligatorio, garantiscono la professionalità e l'etica dello “psychopraticien”.
Il suo intervento può rispondere alla richiesta di un privato o di un professionista della salute (psichiatra, medico di medicina generale,etc.),per pazienti affetti da disturbi psicopatologici che possono beneficiare del metodo terapeutico praticato.
La sua conoscenza della psicopatologia gli consente di identificare possibili disturbi psichici, di adattare il suo metodo e, se necessario, di rivolgersi a specialisti in salute mentale.
Identifica i problemi che bloccano, ostacolano il movimento della vita e creano sofferenza, disfunzione e/o malattie.
Applicando gli strumenti del suo metodo, consentirà alla persona di riattivare le sue risorse e andare verso una maggiore autonomia psichica.”
(Fonte : Federazione Francese di Psicologia e Psicoalalisi)

Arteterapeuta

L’arteterapia si basa sull’uso terapeutico del processo di creazione
Questo bellissimo e delicato strumento permette di esprimere ed alleviare le sofferenze, costruire una immagine valorizzante di sé, creare legami e contribuire ad avviare un processo di cambiamento attraverso l’immaginario (con o senza verbalizazione).
Non essendoci nessuna ricerca “estetica”, non serve avere predisposizioni“ artistiche”.
Le creazioni non sono mai sottoposte ad un giudizio o ad una interpretazione.
Attraverso il processo creativo proposto dall’arteterapeuta o richiesto dalla persona:
modellatura in terra - pittura - maschere - trucco - découpage -  pastelli -  marionette - personaggi di teatro - canto - gesti - musica, etc., gli arte-terapeuti accompagnano le persone (adulto/adolescente/bambino) in situazione di fragilità e difficoltà o semplicemente propongono un sostegno alle persone alla ricerca di un equilibrio psicologico.
Per questo adattano il metodo in funzione del caso e collaborano ,se serve, con medici, psichiatri, logopedisti, etc.
L’arte si mette al servizio della cura per riallacciare le comunicazioni, stimolare le facoltà di espressione, dinamizzare la creatività, favorendo il processo di adattamento della persona.
Si tratta di sostegno di tipo psicologico ma anche di armonizzazione del corpo.
L’arteterapia è uno strumento di relazione (intersoggettiva) e per questo interviene efficacemente anche nei problemi di legami e/o comunicazione all’interno delle famiglie (genitori, genitori/figli, fratelli/sorelle).
Gli arteterapeuti lavorano da soli oppure in équipe negli ospedali, scuole, case di cure o nel proprio studio, con sedute individuali o di gruppo.
La serietà della loro pratica è garantita da una formazione di 3 anni presso scuole riconosciute dalle associazioni, dalla supervisione da parte di vari organismi quali Apiart (Associazione Professionale Italiana Arteterapeuti) o FFAT (Federazione Francese di Arte Terapia) e dal codice etico dettato dagli stessi.

 

Aromaterapeuta

L’aromaterapeuta utilizza le proprietà e le specificità degli oli essenziali nell’ambito delle “cure complementari” ( fisiche e psicologiche). Gli oli essenziali hanno effetti potenti e molte contro indicazioni. Per questo il loro uso deve essere indicato da professionisti seri (aromaterapeuti diplomati, farmacisti con specializzazione, medici con specializzazione, etc.).
L’Aromaterapia integrativa si basa sull’osservazione dell’insieme dei sistemi del corpo umano in una visione globale coerente, tenendo conto dell’individuo nella sua realtà biologica, emotiva, psicologica e del suo ambiente (vita privata, affettiva, lavorativa, appartenenza culturale).
Per questo motivo non si limita a consigliare un olio essenziale per sopprimere un sintomo, ma si integra in una strategia terapeutica globale di salute, che coinvolge l’alimentazione,l’attività fisica, la gestione dello stress e la comprensione dei bisogni ed emozioni.
Lo specialista in aromaterapia integrativa guida con attenzione i clienti verso gli oli essenziali e le sinergie più adatte grazie ad una buona conoscenza della biochimica.
La pratica dell’aromaterapia integrativa deve essere riservato esclusivamente a professionisti che hanno seguito una formazione specifica basata sulla conoscenza dei componenti degli oli. Per questo motivo, nella maggior parte dei paesi europei, viene richiesta una formazione completa di almeno 1 anno (biologia, chimica, botanica, psicosomatica.) per l’esercizio della professione.
L’uso degli oli essenziali contribuisce ad alleviare le problematiche come:
ansia - stress - problemi legati al sonno - mal di testa -  affaticamento - problemi dermatologici - problemi digestivi  - dolori – infiammazioni -  infezioni -  immunologia -  perinatalità – accompagnamento delle cure oncologiche.
Gli oli essenziali attraverso l’olfazione rappresentano anche un valido strumento di accompagnamento per coloro che hanno intrapreso o che intendono intraprendere un percorso psicoterapico.
In diversi paesi europei l’aromaterapia è entrata a far parte delle cure complementari proposte negli ospedali, le cliniche e gli studi di terapie pluridisciplinari (pediatria, oncologia, chiropratica, osteopatia, geriatria).

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.