• 001.jpg
  • 002.jpg
  • 003.jpg
  • 004.jpg
  • 004a.jpg
  • 005.jpg
  • 007.jpg
  • 007a.jpg
  • 008.jpg
  • 010.jpg
  • 011.jpg
  • 012.jpg
  • 013.jpeg

Trattamenti Coppettazione - Roma

Cos’è la coppettazione

La coppettazione (o cupping) è una tecnica di origini molto antiche utilizzata dalla Medicina Tradizionale Cinese (MTC) e ormai sempre più diffusa anche in Occidente. Essa prende il nome dallo strumento principale di cui si serve, ovvero di piccole coppette (di vetro, bambù, ceramica o plastica) che vanno applicate con cura su zone del corpo specifiche con funzione di ventosa, in modo da stimolare la circolazione sanguigna e linfatica, contribuire ad eliminare i ristagni di tossine e ridonare in questo modo energia vitale all'organismo.

La tecnica consiste nell’applicare le coppette per un tempo variabile (generalmente 5-10 minuti ma comunque non più di 20) su zone del corpo, mantenendo fisse le coppette oppure facendole scorrere su zone più estese. Per fare in modo che le coppette aderiscano al corpo si utilizza una piccola fiamma in modo tale da bruciare l’ossigeno, creare vuoto all’interno e donare così alla coppetta l’effetto aspirante.

In questo caso si parla di coppettazione a caldo. Esiste anche una coppettazione a freddo in cui si sfrutta la presenza di alcune valvole che assicurano l’effetto ventosa e di cui si può anche regolare l’intensità dell’aspirazione a seconda delle esigenze.

 

A cosa serve la coppettazione

Gli sportivi (ricordiamo ad esempio i segni evidenti di Michael Phelps alle Olimpiadi di Rio) apprezzano particolarmente la coppettazione in quanto in grado di alleviare diversi tipi di dolori, in particolare quelli muscolari dovuti allo sforzo eccessivo e alla fatica. In generale la MTC consiglia di utilizzarla per trattare sintomi dolorosi originati da freddo, umidità o dovuti ad eventi traumatici. Il principio che sfrutta è quello di richiamare sangue nella zona in cui viene posizionata la coppetta e dunque migliorare la circolazione in punti strategici.

La coppettazione inoltre può essere utile in caso di problemi all’apparato respiratorio (tosse, bronchite, asma) ma anche per trattare disturbi ginecologici, problematiche del sistema nervoso (ansia, depressione, insonnia) o per la cellulite.

Esistono alcune controindicazioni: questa tecnica, infatti, è sconsigliata in caso di astenia, malattie croniche che creano spossatezza, patologie del sangue, pelle flaccida o dermatosi, e in condizioni particolari come la gravidanza.

L’unico effetto collaterale da segnalare è che, subito dopo il trattamento, tendono a formarsi sulle zone della pelle dove sono state applicate le coppette delle macchie rosso-violacee che scompaiono in pochi giorni.

Scarica il depliant informativo sulla Coppettazione oppure vieni a trovarci per un colloquio informativo nel nostro studio a Roma, in Viale Appio Claudio  (vicino al Parco degli Acquedotti ed a Cinecittà,  tra la via Appia e la via Tuscolana) presso l'associazione culturale "La Ghianda". Facilmente raggiungibile anche con la metropolitana (tra le fermate di Subaugusta e Giulio Agricola).

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.
Maggiori Informazioni nella sezione privacy del menu in alto Ok Rifiuta